PIEDI

Diego Perrone-frame video Piedi_RAVE 2015_01

Diego Perrone – opera

PIEDI

video

La ricerca di Diego Perrone si muove in bilico fra dimensione onirica e realtà tangibile, fra ciò che esiste realmente e ciò che esiste solo in quanto possibilità. Il suo lavoro rilegge temi della cultura popolare e reinventa icone tradizionali, l’evocazione di ciò che sta “dietro” il quotidiano, lo sforzo di comprendere e fare propri processi di pensiero che non hanno apparentemente concretezza o rappresentazione.

La processualità, intesa come progressione di momenti conseguenti ed evoluzione naturale di forme, è aspetto centrale del progetto video PIEDI (6’22”) nato a RAVE, che verrà presentato in anteprima durante l’incontro a TriesteContemporanea. Il focus di Perrone in questo lavoro non è quindi il riferimento all’animale in sé – sempre presente a se stesso, a differenza dell’uomo che spesso vive proiettato verso il futuro o il passato – ma la processualità stessa del lavoro.

Un gruppo di bambini è andato nel prato a conoscere dei nuovi ospiti: Vincent e Pedro, un asino e una capra da poco salvati dal mattatoio. Dopo aver incontrato i due animali non umani e aver giocato con loro, i bambini hanno dato vita a delle azioni che richiedono collaborazione reciproca e l’assunzione da parte del singolo di un ruolo momentaneo necessario all’altro. Inoltre l’uso della camera digitale da parte dei bambini, al posto di comuni matite, dà luogo ad immagini inaspettate ed alla riflessione su quale sia il ruolo dell’età in relazione alla consapevolezza di essere artista e l’accettazione del sistema.

Diego Perrone

PIEDI

realizzato per l’edizione RAVE 2015

2016, video, 6’22”

editing e camera Paolo Comuzzi

 

Il video PIEDI di Diego Perrone è stato realizzato con il supporto della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Main partner: Vulcano unità di produzione contemporanea

In collaborazione con: NGO Musiz Foundation, Trieste Contemporanea, Hope, OIPA-Organizzazione Internazionale Protezione Animali, Gallinae in Fabula, Ukkosen Teatteri

sede residenza RAVE 2015:

Borgo Storico di Soleschiano

Manzano (Ud)