La residenza

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Tu lo sai quel luogo, quel Friuli
che solo il vento tocca, ch’è un profumo!
– Pier Paolo Pasolini, Quadri Friulani

RAVE —  East Village Artist Residency, ideato da Isabella Pers e Tiziana Pers con la collaborazione di Giovanni Marta, RAVE è un progetto artistico che si svolge nella campagna friulana. Ospita ogni estate un artista dal profilo internazionale affinché questi possa condurre la propria ricerca concependo e realizzando un progetto artistico in interazione con un contesto specifico, in affinità con i luoghi e il territorio che furono cari a Pasolini.

RAVE è l’unica residenza che apre la discussione sul ruolo e sulla responsabilità dell’arte contemporanea nei confronti dell’alterità animale e, più in generale, verso la necessità di ripensare e ripensarsi mediante la prospettiva biocentrica. Promuove la ricerca, la produzione, il dialogo e la diffusione dell’arte contemporanea, valorizzando in questo scenario il pensiero antispecista, in un progetto artistico innovativo e sperimentale. La residenza si svolge in un cascinale rurale dove vivono animali che, attraverso delle azioni dell’artista Tiziana Pers, sono stati salvati dall’industria alimentare, tolti dai meccanismi consumistici, per essere da lei accolti e accuditi in un contesto più naturale e in una modalità di volontariato non profit. Questo fa dello spazio un luogo caratterizzato da un’inedita autenticità dove è possibile interagire senza filtri nella fisicità dell’ambiente.

Viene promossa la ricerca invitando l’artista in residenza a concepire e a realizzare un progetto artistico, sostenuto da RAVE in collaborazione con Vulcano, a partecipare a talks e dialoghi multidisciplinari e a tenere un workshop o un incontro con giovani artisti o studenti.

Il programma di residenza viene raccontato tramite una pubblicazione annuale.

RAVE artist-in-residence:

2011 Adrian Paci, Inside the Circle, video

2012 Ivan Moudov, Stones, installation

2014 Regina Josè Galindo, La oveja negra, performance

2015 Diego Perrone, Piedi

2016 Tomas Saraceno, work in progess