RAVE 2017 with IGOR GRUBIĆ | 1 – 4 giugno

Screenshot_3

Igor Grubic, Do animals dream about freedom?, work in progress, RAVE 2017  _thanks to Bjørk

SOLESCHIANO (UD)

DA GIOVEDÌ 1 A DOMENICA 4 GIUGNO 2017

LA VI EDIZIONE DI RAVE — EAST VILLAGE ARTIST RESIDENCY

 

PROTAGONISTA SARÀ L’ARTISTA CROATO IGOR GRUBIC

Da giovedì 1 a domenica 4 giugno 2017, si tiene la VI edizione di RAVE — East Village Artist Residency, progetto artistico, ideato da Tiziana e Isabella Pers, in collaborazione con Giovanni Marta, che apre la discussione sul ruolo e sulla responsabilità dell’arte contemporanea nei confronti dell’alterità animale e, più in generale, verso la necessità di ripensare e ripensarsi mediante la prospettiva biocentrica, che immagina come focus di attenzione la vita nella complessità delle sue forme, e non più soltanto l’uomo.

Come ogni estate, RAVE ospita in residenza un artista dal profilo internazionale, in un cascinale rurale nella campagna friulana, nel borgo storico di Soleschiano, dove vivono gli animali che Tiziana Pers ha salvato, per essere accolti e accuditi in un contesto più naturale. Nel borgo storico di Soleschiano vivono ora gli agnellini il Maestro e Margherita, le cavalle Copper e Wendy, l’asinello Toni Romeo e la mucca Ugola adottata da una scuderia vicinissima.

Protagonista di quest’anno è l’artista croato Igor Grubic (Zagabria, 1969) che sta conducendo la propria ricerca concependo e realizzando un progetto artistico in interazione con questo contesto, caratterizzato da un’inedita autenticità dove è possibile interagire senza filtri nella fisicità dell’ambiente.

“Con RAVE – afferma Igor Grubic – sto lavorando a un video realizzato nell’ex macello di Gorizia, vicino al confine italiano. Il luogo è stato recentemente acquistato dalla Biolab, un’azienda che produce cibi vegetariani e vegani, e che sta gradualmente togliendo tutti gli elementi della ‘catena di smontaggio’, per trasformare lo spazio. In particolare m’interessano le prospettive nascoste alla vista e gli aspetti psicologici di ciò che accade all’interno delle ‘scatole nere’ dei mattatoi”.

L’ex macello filmato da Grubić si fa luogo dell’assenza per eccellenza. In questi spazi, dove ancora si percepisce il passaggio di ciò che è stato, una sola presenza attraversa la sua videocamera: Bjork, un cane adottato da un rifugio, che è l’unico animale ad essere entrato e poi uscito vivo da quel mattatoio.

PROGRAMMA 2017

RAVE propone inoltre degli incontri di approfondimento con l’artista; il primo, in programma giovedì 1 giugno, alle ore 18.30, a Trieste Contemporanea (Trieste, via del Monte 2/1) dove si terrà videospritz, un talk in cui Igor Grubic presenta la sua ricerca in dialogo con Iara Boubnova, con la proiezione video di alcuni dei suoi lavori.

Quindi, venerdì 2 giugno, alle ore 18.00, la spiaggia di Grado (GO) ospita Dialoghi sotto l’ombrellone, una serata in cui Igor Grubic dialoga con Giuseppe Stampone su L’etica prima dell’estetica? Interazioni fuori e dentro il regno dell’arte, dal ruolo della forma alle azioni socio-politiche. L’incontro, moderato da Pietro Gaglianò, vedrà la partecipazione di Iara Boubnova, Mirta D’Argenzio, Mylène Ferrand, Maurizio Bortolotti, Adriana Rispoli, Maria Cristina Di Stasio, Daniele Capra e Giovanni Gaggia, e si avvale della collaborazione con GIT Grado Impianti Turistici (ingresso spiaggia Settimo Cielo, viale Regina Elena, Grado, Go).

“Abbiamo immaginato – ricorda Tiziana Pers – un dialogo in riva al mare come apertura del dibattito contemporaneo al di fuori dei luoghi deputati: un’immersione nel reale in continuità fisica e metaforica con gli elementi naturali, sulle soglie di un mondo altro a perdita d’occhio, nella condivisione di un tempo dove cadono i confini tra relatori e pubblico. Anzi, i partecipanti sono invitati a portare ciascuno un telo per prendere parte all’evento”.

 

Nella sede di RAVE a Manzano/Borgo di Soleschiano (UD), via Giulia Piccoli, sabato 3 giugno, alle ore 10.00, l’artista croato incontra gli studenti di Istituti e Corsi Universitari d’Arte della Regione Friuli Venezia Giulia. Per partecipare è necessario iscriversi entro e non oltre il 1 giugno, all’indirizzo mail info@raveresidency.com.

Sempre nella sede di RAVE, domenica 4 giugno alle 17.00, La domenica del Villaggio propone una tavola rotonda sotto il gelso secolare di Villa Piccoli-Brazzà-Martinengo nella piazza del Borgo di Soleschiano. L’incontro si apre con la ricerca che Igor Grubic sta conducendo a RAVE e, a partire da questo, si svilupperà un dialogo con tutti gli ospiti e il pubblico presente.

Dialogheranno con l’artista, Iara Boubnova, Giuseppe Stampone, Mylène Ferrand, Pietro Gaglianò, Giulia Mengozzi, Alessandro Verona e Giuliana Carbi. Introduzione di Tiziana Pers. Modera Daniele Capra.

Introduce Tiziana Pers; modera Daniele Capra.

 

In concomitanza all’avvio del programma di residenza, giovedì 1 giugno verrà lanciata online la prima campagna di crowdfunding di RAVE, finalizzata a supportare la svolgimento della ricerca artistica e a contribuire alle necessità legate al sostenimento degli animali salvati che abitano il Borgo di Soleschiano Per saperne di più e contribuire al progetto: http://www.raveresidency.com/crowdfunding.

 

RAVE Residency è parte di THE INDEPENDENT, progetto della Fondazione MAXXI di Roma, ideato da Hou Hanru, direttore del MAXXI, e curato da Giulia Ferracci e Elena Motisi. The Independent è una piattaforma dedicata a gruppi indipendenti, innovativi e sperimentali selezionati sul territorio nazionale e internazionale.

 

Igor Grubic. Note biografiche.

Igor Grubic (Zagreb 1969) vive e lavora a Zagabria. Per Igor Grubic l’arte è una forma di attivismo morale e politico e molte delle sue attiv­ità si svol­gono nello spazio pubblico

Le opere di Igor Grubic sono state esposte a: Manifesta 9 a Genk, MoMA PS1 di New York, Gwangju Biennale 20th Anniversary Special Project, Palais de Tokyo a Parigi,  Motorenhalle a Dresda, the New Society for Visual Arts a Berlino, the Museum of Modern Art a Vienna, the 11th Istanbul Biennial, e Manifesta 4 a Francoforte. Le sue opere sono presenti in varie collezioni pubbliche: Tate Modern Gallery, Londra; Kadist Art Foundation, Parigi; ART Collection Deutsche Telekom ACT, Berlino; Kontakt The Art Collection of Erste Group, Vienna; Museum of Contemporary Art, Belgrado; Museum of Contemporary Art, Zagabria; Museum of Modern and Contemporary Art, Rijeka; Art Gallery, Split; Muzeum Sztuki, Lodz.

 

RAVE East Village Artist Residency / è un progetto ideato dalle artiste Isabella e Tiziana Pers in collaborazione con Giovanni Marta

realizzato da / associazione di promozione sociale East Village

in collaborazione con / Comitato Trieste Contemporanea-Dialoghi con l’Arte dell’Europa Centro Orientale, Associazione Gallinae in Fabula, OIPA-Organizzazione Internazionale Protezione Animali, Musiz Foundation (Sofia, Bulgaria), ALL Associazione Laureati in Lingue dell’Università di Udine.

comitato organizzativo / Daniele Capra (curatore indipendente e giornalista, scrive per Artribune, Gruppo Espresso e Il Manifesto), Giuliana Carbi (storico dell’arte e curatore, direttrice di Trieste Contemporanea), Giovanni Marta (collezionista d’arte e fondatore di Vulcano unità di produzione contemporanea), Isabella Pers (artista), Tiziana Pers (artista), Martina Peruch (storica dell’arte e vice-responsabile Didattica Museale Arteventi Fvg)

main partner / Vulcano unità di produzione contemporanea

con il supporto di / Biolab Vegetarian & Vegan Organic Food, Filiera del Legno Fvg

con il contributo di / Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

con il patrocinio di / Comune di Manzano

 

Gli artists-in-residence delle passate edizioni di RAVE:

2011 – Adrian Paci, Inside the Circle, video

2012 – Ivan Moudov, Stones, installation

2014 – Regina Josè Galindo, La oveja negra, performance

2015 – Diego Perrone, Piedi, video

2016 – Tomás Saraceno, work in progress

 

 

 

 

 

 

 

RAVE-East Village Artist Residency

Borgo di Soleschiano (Via Giulia Piccoli), Manzano (Ud)

Da giovedì 1 a domenica 4 giugno 2017

 

 

INFO

+39.324.8628511

info@raveresidency.com

www.raveresidency.com

 

 

Ufficio stampa

CLP Relazioni Pubbliche

Marco Olianas, tel. 02 36 755 700